07-12-2021
Ti trovi qui: Home » Cultura e Spettacolo » Ragusa com’era e come avrebbe potuto essere

02/12/2014 -

Cultura e Spettacolo/

Ragusa com’era e come avrebbe potuto essere

La_Grassa_Francesco“Il Prg di Ragusa degli anni 30 dell’arch. ing. Francesco La Grassa”: questo il titolo della mostra ospitata, nei giorni scorsi, dalla sala borsa della Camera di Commercio. L’iniziativa è stata promossa dalla Fondazione Arch, costituita dall’Ordine degli architetti della provincia di Ragusa. L’allestimento è stato curato dall’architetto Gaetano Manganello, presidente della Fondazione. La mostra ha presentato ai visitatori gli acquerelli originali di Francesco La Grassa riguardanti i progetti per il concorso del Prg di Ragusa. C’erano, inoltre, i disegni dell’architetto Ugo Tarchi relativi alla nuova sistemazione di piazza Umberto, attuale piazza San Giovanni, e piazza Stazione. C’è stata pure la possibilità di visionare due distinte proiezioni di documenti storici relativi al cartiglio del concorso e alla figura di La Grassa. Inoltre, sono stati presentati documenti storici sulla nascita della nuova provincia e sulle principali opere pubbliche. I disegni sono stati gentilmente forniti dal Comune di Ragusa, assessorato ai Centri storici e alla Cultura. La documentazione storica proviene dall’archivio storico comunale e dall’archivio di Stato, diretto dal dott. Calabrese. La mostra rientrava nel contesto di una delle iniziative della seconda giornata di studi avente per tema la “Nascita e formazione di un capoluogo di provincia 1926-1950”.

Commenti chiusi.

Scroll To Top
Descargar musica