17-11-2019
Ti trovi qui: Home » Ambiente » Niscemi, crescono i radar e muore l’unico ospedale

09/01/2014 -

Ambiente/

Niscemi, crescono i radar e muore l’unico ospedale

Il Comitato No Muos di Niscemi indice una grande manifestazione in difesa dell’Ospedale di Niscemi. Scrivono i No Muos: “Ancora una volta la città di Niscemi viene saccheggiata dalla politica regionale e non solo. Nonostante si tratti di un’area a rischio, nonostante il Petrolchimico di Gela continui ad inquinare l’aria, la terra, l’acqua e i prodotti agricoli causando secondo l’organizzazione mondiale della sanità un eccesso di ricoveri per malattie cardiovascolari e respiratorie acute, di patologie tumorali. Nonostante la mancanza di servizi adeguati, quali l’acqua e la viabilità, nonostante l’inquinamento elettromagnetico determinato dalle 46 antenne della Base Americana che continuano a bombardare la popolazione di onde nocive. In un territorio devastato – scrivono i No Muos – da scelte scellerate della politica che hanno depredato e distrutto si aggiunge la volontà di privarlo dei servizi sanitari essenziali. La chiusura dell’Ospedale di Niscemi apparirebbe un controsenso in una area in cui i servizi sanitari andrebbero casomai potenziati e resi efficienti. Eppure in nome della spending review- scrive il comitato No Muos – vari reparti sono già stati chiusi ed è forte il rischio che la struttura venga soppressa. Questo nonostante le briciole che in questi giorni sono state elargite. Non sarà certo un medico in più, a fronte delle poche unità che con il loro impegno tentano di salvaguardare la struttura, a determinare un rilancio del Presidio Ospedaliero. E se chi ci governa latita – scive il comitato No Muos di Niscemi – tocca ancora alle cittadine e ai cittadini scendere il piazza, senza deleghe a chi si è dimostrato incapace di difendere il territorio”. Il Comitato No Muos indice una manifestazione cittadina in difesa dell’Ospedale S.Cecilia Basarocco per chiedere il potenziamento della struttura, in difesa del diritto alla Salute, contro la devastazione e l’impoverimento del territorio giorno 12 Gennaio. Concentramento ore 11.00 in Piazza Vittorio Emanuele II.
no muos 2

Commenti chiusi.

Scroll To Top
Descargar musica